Apple su Logo Google: “I miei grafici con 30€ lo disegnavano meglio!”

Apple su Logo Google: "I miei grafici con 30€ lo disegnavano meglio!"

 La Google dà il buongiorno con un nuovo Logo e dalla Apple piovono critiche.

Dopo 16 anni, Google stravolge l’immagine dell’azienda con una rivisitazione del suo Logo: un sans serif molto semplice, bold, lineare e con l’ultima lettera leggermente inclinata.
Stiamo assistendo all’avvento del Material Design,  la cui mission è utilizzare i principi classici del design per creare un linguaggio visivo che aiuti l’utente nella navigazione. Un obiettivo formidabile, che però non sembra aver raggiunto il traguardo sperato.
Il motivo ci è stato spiegato da Jonathan Ive, “Chief Design Officer” della Apple: “E’ un clamoroso passo indietro nell’evoluzione del design comunicativo. Siamo oggettivi: una cosa è semplificare l’aspetto per rendere più fruibile il servizio, un’altra è far diventare un colosso come Google una sorta di Asilo Nido del Web. Ha uno stile fanciullesco, da scuola materna e grembiuli macchiati. E’ come se avessero dato dei grossi pastelli di cera ad un bimbo di 3 anni e gli abbiano detto “Adesso riscrivi: Questa è la G, questa è la O, ecc ecc..”. E’ uno scempio per chi dedica tempo e passione a questo mestiere. Se avessi dato questo compito ai miei apprendisti grafici, con 30€ l’avrebbero realizzato decisamente meglio. Questo è il risultato di far lavorare i propri dipendenti all’interno di un parco giochi. Bocciato. Di gran lunga.”

 

Immagine con licenza CC BY 2.0 di Carlos Luna