Il canone RAI si pagherà col credito telefonico

Un telecomando usato per fare zapping sui canali Rai

Novità in vista per il canone RAI 2015: i vertici romani hanno appena comunicato che da quest’anno si dovrà pagare esclusivamente con il credito telefonico dei principali operatori italiani.

“E’ un grande passo avanti, adesso è più comodo pagare, non serve nemmeno più andare in tabaccheria”, ha commento il leader CGIL Camusso. La redazione del Disinformato ricorda ai lettori che l’imponibilità dipende esclusivamente dalla detenzione di un apparecchio, indipendentemente dall’effettiva ricezione dei programmi della RAI o dalla mancanza di interesse a riceverne. Quindi, se si vorrà seguire L’Isola dei Famosi 2015, si dovrà pagare col telefonino.

La domanda che i possessori di cellulari non smartphone (quindi senza app apposita per il canone) si pongono è se dovranno pagare come sempre, cioè in tabaccheria. “Nell’ultima Legge Finanziaria è stato stabilito che l’unico modo per pagare è attraverso il credito telefonico, invitiamo quindi i cittadini non in possesso di smartphone ad acquistarne uno, scaricare la nostra app e pagare entro la fine di gennaio, per non incorrere in una mora di 65 euro”, queste le parole di Anna Maria Tarantola, presidente RAI.