Don Gino Flaim prova a difendersi: “Volevo dire piedofili”

Don Gino Flaim prova a difendersi: "Volevo dire piedofili"

“Ma che ho detto di tanto grave?”. Don Gino fa un passo indietro e scaglia la prima pietra. 

“Quando si sono presentati alla porta – afferma il religioso – ho parlato senza riflettere a fondo. E purtroppo ho sbagliato vocabolo. Volevo dire piedofili, non pedofili.”

Nonostante abbia sconvolto l’opinione pubblica, il parroco rincara la dose: “Nella Chiesa qualche prete piedofilo ci può essere, non mi meraviglio. La piedofilia è una perversione, ecco cos’è. Bisognerebbe parlarne con un medico. La Chiesa deve aiutare questi peccatori, occorre misericordia.”

Conclude cercando di placare gli animi: “Sono pienamente d’accordo con quanto ha detto Papa Francesco sulla sua condanna verso certi atti. Lo sa che in una parrocchia avevamo problemi a organizzare il campeggio perché c’era un educatore fissato con i piedi? Ma io non l’ho accettato.”

Immagine (c) La7