Razzisti e neofascisti italiani solidali: “io sto con Stacchio”

Messaggio di solidarietà: io sto con StacchioPioggia di solidarietà sui social network proveniente da tutte le parti politiche per esprimere la propria vicinanza e solidarietà al benzinaio veneto di Nanto, Graziano Stacchio, divenuto eroe per aver ferito a morte un rapinatore di origini rom e ingiustamente iscritto al registro degli indagati.

I membri del Ku Klux Klan italiano sono pronti a fornire assistenza legale al benzinaio, mentre per domenica Forza Nuova sta organizzando un flash mob a Predappio invitando esponenti della comunità rom locale ad un confronto pacifico a mano armata in merito a questioni di diritto di cittadinanza ai richiedenti asilo, tema molto caro alla Lega Nord. Il presidente della regione Veneto – nonché giurista di fama internazionale – Luca Zaia afferma, manuale di diritto penale alla mano, “le azioni di questo brav’uomo dovranno essere valutate prima di tutto con la legge non scritta del buon senso”. Il sindaco del vicino comune di Abbettone, Joe Formaggio, ha già fatto stampare magliette con la scritta: “Io sto con Stacchio”. Il segretario leghista, Matteo Salvini, ne ha già prenotato una decina dichiarando “Se la legge è sbagliata, la legge va cambiata! Io sto con il benzinaio”.

Unica voce fuori dal coro è quella del vicepresidente del Senato, Roberto Calderoli, noto esponente di Nessuno Tocchi Caino e da anni impegnato nell’integrazione sociale degli immigrati: “Bisogna superare sospetti e paure, anche Gesù fu profugo, è un dovere accogliere i rom nel Nostro Paese (ndr: La Padania), farli andare a scuola con i nostri figli e offrire loro posti di lavoro. Per questo motivo #IoNonStoConStacchio”.