Sindaco Marino arrestato: “Fast food in cambio di assunzioni”

Sindaco Marino arrestato: “Fast food in cambio di assunzioni”Oggi il primo cittadino è stato arrestato per corruzione e peculato: per lui il gip di Tribunale ha disposto gli arresti domiciliari.

Il sindaco Marino è finito agli arresti domiciliari perché ritenuto responsabile a vario titolo dei reati di corruzione e peculato. Gli arresti sono stati eseguiti dai carabinieri del Gruppo di Frascati in alcuni comuni dei Castelli Romani in base a un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Velletri.

Le indagini iniziate nello scorso mese di giugno hanno, tra l’altro, riguardato la realizzazione di uno store della catena Burger King, del valore di circa 3.000.000 di euro, per il quale il primo cittadino avrebbe rilasciato illecitamente le necessarie autorizzazioni in cambio dell’assunzione di una ventina persone da lui indicate per garantirsi così un ritorno politico ed elettorale.

Il fast food è stato sequestrato questa mattina dai carabinieri della compagnia di Castel Gandolfo,la cui proprietà del capannone è riferibile alla società di un imprenditore locale che aveva “diverse commesse con l’amministrazione di Marino”.

Torna la polemica, quindi, dei fast food e della loro continua apertura nelle città metropolitane a scapito delle tradizioni eno-gastronomiche locali, così come per l’Expo, dichiarando che i dirigenti di Expo sono in un conflitto irrazionale con la missione che si sono posti ovvero quella di “dare una risposta a all’esigenza vitale di garantire cibo sano, sicuro, che non produca obesità e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del pianeta e dei suoi equilibri”. La partecipazione di McDonald’s come sponsor dell’evento è a parer loro assolutamente inspiegabile.

Tags: